Seguici su

Cronaca

Telefonata anomina alla banca, allarme bomba in piazza Respighi

Artificieri, vigili del fuoco e polizia in azione: ma non è stato trovato alcun ordigno.

Avatar

Pubblicato

il

TORINO – Artificieri, agenti di polizia sulle volanti, agenti della polizia municipale e vigili del fuoco in azione nella mattinata di oggi, lunedì 20 febbraio, a seguito di un allarme bomba in piazza Respighi, zona Barriera Milano.

Pare che l’allarme sia nato a seguito di una telefonata anonima ricevuta nella filiale della banca Intesa SanPaolo: ma su questo punto le indagini sono ancora tutte da svilupparsi. Di certo la filiale è stata sgomberata sdi clienti e personale, tra la curiosità di molte persone tenute a distanza dalle delimitazioni collocate dalle forze dell’ordine.

“Non si può andare avanti così”

Di bombe, in realtà, pare non ce ne siano. Se questo fosse confermato, sarà da capire se si tratta del gesto di qualche buontempone o se invece ci sia un motivo per prendere di mira l’istituto di credito. In ogni caso, si tratta di un reato.

«Come continua a sostenere una certa politica di sinistra è solo percezione di insicurezza – commenta sul suo profilo Facebook la capogruppo di FdI Verangela Marino -. Come capogruppo.di Fratelli d’Italia continuo a sostenere che occorrono urgentemente provvedimenti mirati e risolutivi. Non si può andare avanti in questo modo».
Foto postata da Verangela Marino sul suo profilo Facebook

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *