Seguici su

Cronaca

Va a firmare in commissariato con la droga in tasca: arrestato

Quando è entrato negli uffici, emanava un odore di hashish che non poteva passare inosservato.

Avatar

Pubblicato

il

TORINO – Sottoposto all’obbligo di firma, l’altro giorno si è recato all’appuntamento al commissariato Barriera Nizza con 40 grammi di hashish in tasca. Ed è finito agli arresti. Protagonista della vicenda è un cittadino algerino di 50 anni, che oggi risulta gravemente indiziato del reato di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.

L’uomo era stato già arrestato pochi giorni prima poiché trovato in possesso di diversi frammenti di hashish dal peso totale di oltre 50 grammi. Era poi stato rimesso in libertà ma con la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Ma il 50enne è stato nuovamente trovato in possesso di sostanza stupefacente proprio mentre era al commissariato per adempiere all’obbligo di firma.

Quell’inconfondibile odore di hashish

Gli agenti si sono insospettiti a causa del pungente odore di hashish provenire dal soggetto. Durante il controllo al cinquantenne venivano sequestrati 40 grammi circa di hashish, che il soggetto, incurante del fatto di trovarsi in un ufficio di polizia, aveva portato con sé.

Nel corso della perquisizione personale, oltre alla sostanza stupefacente, i poliziotti rinvenivano una modica quantità di denaro suddivisa in banconote di piccolo taglio, verosimilmente provento dell’illecita attività. Il procedimento penale si trova attualmente nella fase delle indagini preliminari, pertanto vige la presunzione di non colpevolezza dell’indagato, sino alla sentenza definitiva.

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *