Seguici su

Eventi & Cultura

Città segrete, una puntata sarà dedicata a Torino

Con la conduzione di Corrado Augias, sabato 21 gennaio la città protagonista della serie televisiva su Rai3.

Avatar

Pubblicato

il

TORINO – Ci sarà anche Torino tra le città protagoniste della nuova edizione di “Città segrete”, serie televisiva condotta da Corrado Augias. La quinta edizione del programma è costituita da tre serate-evento, le prime due dedicate a New York mentre sabato 21 gennaio la protagonista sarà Torino.

Il programma va in onda su Rai3 alle 21.45 ed è visibile anche in live streaming e on demand sulla piattaforma RaiPlay.

Riprese anche con l’uso di droni

Le riprese sono state realizzate tra giugno e settembre anche attraverso l’utilizzo di droni e hanno interessato alcune suggestive location cittadine, tra cui la Mole Antonelliana, il Museo Egizio, il museo Lombroso, palazzo Carignano, palazzo Chiablese, piazza Castello, la Gran Madre, il mercato di Porta Palazzo, Parco Dora, il Lingotto, la prefettura, il castello del Valentino, la basilica di Superga, il duomo, il museo del Risorgimento, le Ogr, il Politecnico, Palazzo Reale, il conservatorio “Giuseppe Verdi”, i Murazzi e diverse zone tra le vie del centro e la collina.

Città di contrasti e chiaroscuri, capitale del Regno d’Italia e dell’industria automobilistica, regale e operaia, protagonista indiscussa del ‘900 Torino è stata capace, con spirito innovativo e d’avanguardia, di guadagnarsi la fama internazionale di città globale.

Una nuova lettura della città

Corrado Augias accompagna il telespettatore in una narrazione della “sua” Torino, tra Cavour e Rita Levi Montalcini, sia nei luoghi e nelle vie della città, sia in uno studio virtuale, una sorta di grande terrazza affacciata su Torino, tra oggetti 3D e mappe virtuali.

Sarà una lettura dei luoghi e delle vicende che è storica, artistica e politica, per ricostruire il senso più profondo che alcuni monumenti e storie hanno avuto per il nostro vivere civile. In un gioco di specchi in cui il narratore, abile divulgatore televisivo, si diverte con le sue molteplici identità, senza dimenticare quella del grande giornalista.

 

 

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *