Seguici su

Cronaca

Erano il volto violento della movida: arrestati quattro ventenni

Individuata dalla polizia una gang che in due occasioni aveva picchiato e derubato alcuni giovani.

Avatar

Pubblicato

il

TORINO – Violenza e rapine nelle notti della movida: a Torino scattano le manette ai polsi di quattro giovani, tutti poco più che ventenni, indiziati di essere i responsabili di due episodi di microcriminalità che erano accaduti nei mesi scorsi, uno a luglio e un altro a inizio ottobre.

L’operazione è stata condotta dal personale della squadra mobile e del commissariato Dora Vanchiglia, in esecuzione a un’ordinanza emessa dal gip. Il quale aveva disposto la custodia cautelare in carcere per due giovani e gli arresti domiciliari per altri due, con la contestazione di delitti di furto, rapina e lesioni personali.

Botte e rapina in un locale

Il primo degli episodi contestati risale all’8 luglio. Gli indagati, all’interno di un locale pubblico di via Balbo, si erano impossessati di una collana in oro che strappata a un giovane, dopo averlo minacciato e poi colpito con un violento pugno al volto. E quando il fratello della vittima si era avvicinato per constatare le sue condizioni, subiva a sua volta lo strappo della collana in oro che portava al collo.

Furto fuori dalla discoteca

Il secondo episodio è accaduto l’1 ottobre. I quattro, approfittando del malore che aveva colto una giovane all’uscita dalla discoteca “The Beach” ai Murazzi, le sottraevano il telefono cellulare e il portafoglio, nonchè il portafoglio di una delle amiche che la stavano soccorrendo. Poco dopo, si avvicinavano ad un secondo giovane, accusandolo di averli urtati e nell’occasione tentavano prima di sottrargli il telefono cellulare, senza riuscirvi, e poi gli strappavano la collana in oro che portava al collo colpendolo con uno schiaffo al volto.

I quattro indagati, immigrati di seconda generazione, risultano tutti poco più che ventenni.

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *