Seguici su

Cronaca

Beccati dalla polizia in casa altrui: ladri si mettono a letto per sembrare i padroni

Singolare escamotage per evitare l’arresto da parte della polizia: ma non ha funzionato.

Avatar

Pubblicato

il

TORINO – Incredibile escamotage tentato da due cittadini tunisini di 25 anni, finiti comunque arrestati dalla polizia di Stato di Torino poiché gravemente indiziati di tentato furto in concorso. L’intervento era stato originato l’altra notte dalla segnalazione di un uomo al 112: riferiva di aver visto due soggetti intenti a rompere la finestra di un appartamento di via Aosta per poi successivamente introdursi all’interno.

Gli agenti del commissariato di Barriera Milano, giunti sul posto, hanno contattato l’uomo che aveva fatto la segnalazione, che li ha accompagnati sul retro dell’alloggio.

E i ladri si infilano a letto

Qui i poliziotti hanno notato la serranda divelta e la finestra danneggiata. E una volta entrati in casa, hanno trovato due giovani, nella camera da letto, che facevano finta di dormire. Sottoposti a controllo, venivano rinvenuti in possesso di un telefono cellulare e due collane di cui non riuscivano a giustificare la provenienza e verosimilmente frutto dell’attività illecita.

In considerazione dei gravi indizi di colpevolezza in ordine al reato di tentato furto in concorso sono stati entrambi tratti in arresto.
Foto d’archivio

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *